Proseguono i lavori dell’azienda altoatesina GRUBER Logistics per il trasporto e l’assemblaggio di Flavia e Virginia, le due macchine perforatrici che saranno impiegate per lo scavo della Galleria di Base del Brennero che collegherà Austria e Italia. Si tratta di un progetto di grande rilievo per l’azienda, dal momento che la galleria è destinata a diventare il collegamento ferroviario sotterraneo più lungo al mondo con notevoli ripercussioni sul territorio circostante.

Il trasporto delle  componenti appartenenti alle macchine è già iniziato nei mesi scorsi, e han richiesto il lavoro congiunto di diverse filiali e reparti del gruppo GRUBER Logistics per via del loro peso e massa imponenti. Si parla infatti di circa 160 trasporti per ciascuna macchina, per un totale di 2887 tonnellate trasportate. Per i colli più pesanti Il viaggio ha avuto inizio nello stabilimento del produttore a Schwanau (Baden-Württemberg), proseguendo con una prima tappa via fiume da Kehl a Anversa, una seconda via mare fino a Marghera, per poi giungere a destinazione al cantiere di Mules via terra.

Una volta arrivate presso il cantiere di Mules è iniziato il trasporto delle varie componenti all’interno del tunnel per il loro assemblaggio. Fino ad oggi GRUBER Logistics ha effettuato il trasferimento di circa 20 componenti di ciascuna perforatrice e i lavori proseguiranno senza sosta fino a fine marzo. ll trasferimento all’interno del tunnel del cuscinetto , la componente idraulica che permetterà alla testa della talpa di muoversi e scavare nella roccia, si è concluso la scorsa settimana. Questa componente, di dimensioni 7090x6850x2600 mm e peso 146 tonnellate, è finora la parte più pesante trasportata. Il trasporto e l’assemblaggio del cuscinetto di identiche dimensioni appartenente alla seconda macchina gemella si concluderà nelle prossime settimane. Solo quando tutte le componenti saranno trasportate nel tunnel e opportunamente assemblate, le talpe potranno iniziare a scavare.