Giugno è all’insegna dell’arcobaleno. Perchè dietro ai colori sgargianti si nasconde uno sdondo serio: la protesta contro la discriminazione delle persone LGBTQ+ che ancora prevale in molti luoghi. Noi di Gruber Logistics vogliamo contribuire a prendere una posizione chiara, sottolineando la nostra cultura aziendale aperta e accogliente e rispettando e celebrando le differenze tra le persone.

Sostenere l’iniziativa di Bolzano

La provincia dell’Alto Adige, dove Gruber Logistics ha la sua sede madre, fa parte della Rete RE.A.DY delle Province e Regioni Autonome, “che si impegna a prevenire, contrastare e superare le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere e a salvaguardare i diritti umani di tutte persone così come riconosciuti dalla Costituzione, dalle normative europee e dal diritto internazionale”.

Gruber Logistics sostiene questa iniziativa insieme ad altri partner della regione. Parte di questo sostegno è la distribuzione del simbolo internazionale della bandiera arcobaleno, in quanto simbolo della comunità LGBTQ+.

Perché proprio giugno?

Perchè giugno è considerato il Mese del Pride? Le origini risalgono ai disordini di Stonewall a New York nel giugno 1969 – per la precisione il 28 giugno 1969. La polizia di New York sgomberò un bar gay e gli ospiti dello “Stonewall Inn” di Christopher Street si ribellarono. Per commemorare questo evento e portare questa protesta nel mondo di oggi, giugno è diventato il mese dedicato all’orgoglio e alla celebrazione delle nostre differenze.

Benvenuti su Gruber Beyond MyDesk, la piattaforma per la gestione dei trasporti.

Per scoprire i dettagli del servizio cliccate qui.

Non sei ancora registrato? Clicca qui per iscriverti