Le parole d’ordine per la crescita aziendale sono: investimenti nel personale, digitalizzazione e sostenibilità ambientale


Fare logistica nel cuore delle Alpi non è una cosa semplice, ma GRUBER Logistics è riuscita nell’impresa. Dal 1936, anno della sua fondazione, ad oggi, l’azienda è cresciuta costantemente, incrementando anno dopo anno il suo fatturato, nonostante i massicci investimenti fatti. Anche il 2018, in linea con il trend degli ultimi anni, ha segnato un ulteriore aumento del volume di affari per l’azienda che chiude l’anno con un fatturato consolidato di 344 milioni di euro (+ 8,7% rispetto all’anno precedente).

Una solida cultura aziendale basata sulla fiducia e il rispetto reciproco

Anche in questi tempi di recessione economica GRUBER Logistics ha scelto di investire nel personale, passando in poco meno di due anni da 650 a 980 collaboratori. L’azienda è alla continua ricerca di nuovi collaboratori: tra i profili richiesti quelli di operatori specializzati, ma anche neodiplomati e neolaureati con conoscenza delle lingue straniere e ottime capacità organizzative.

“Alla base del nostro operato c’è il legame di fiducia che ci unisce gli uni agli altri, come in una grande famiglia. Credo che buona parte del nostro successo dipenda da questo: la consapevolezza che i nostri collaboratori, clienti e partner ripongono fiducia in noi ci motiva giorno dopo giorno” – dichiara Martin Gruber, CEO del Gruppo. I collaboratori rappresentano un altro importante pilastro su cui si basa il successo di GRUBER Logistics. “ Siamo convinti che il futuro dell’azienda sia imprescindibile dal successo dei nostri dipendenti come persone e professionisti. Per questa ragione, offriamo loro tutto lo spazio di cui hanno bisogno per crescere e li accompagniamo, passo dopo passo, in una formazione continua affinché maturino insieme all’azienda” – conclude Martin Gruber.

La digitalizzazione come strategia d’impresa

Spinta dalla volontà di rinnovarsi e di migliorare la partnership con i propri clienti, GRUBER Logistics ha avviato un importante progetto di digitalizzazione noto come “Gruber Beyond”. Attraverso questo progetto l’azienda intende rendere più snelli i processi legati alla gestione del trasporto, abbracciando una strategia di sviluppo fondata sulla trasparenza di performance e dei processi di interscambio cliente-fornitore. Risultato del progetto è stato il lancio di due prodotti digitali sviluppati in-house: il portale Gruber Beyond MyDesk per la gestione e la tracciabilità delle spedizioni, e la Gruber Beyond DriverApp che permette il monitoraggio in tempo reale delle attività degli autisti e uno scambio immediato di informazioni con l’azienda. Per scoprire i dettagli del servizio clicca qui

Investimenti per la sostenibilità ambientale

Sentiamo una forte responsabilità nei confronti delle generazioni future. Per questa ragione ci impegniamo con investimenti a favore della sostenibilità ambientale” – continua Martin Gruber –La nostra flotta, che attualmente conta circa 800 unità, comprende solo veicoli EURO 6 con un’età media di due anni, ai quali si sono aggiunte motrici LNG alimentate a gas naturale liquefatto, per una significativa riduzione delle emissioni di anidride carbonica e ossidi di azoto. Inoltre, da più di 30 anni abbiamo abbracciato la sfida del trasporto combinato strada-rotaia, una forma di trasporto più sostenibile su cui abbiamo recentemente scommesso di nuovo con l’apertura di un ulteriore collegamento tra Kreuztal, Germania, e Verona, nel Nord Italia”.